0

Il dispositivo ad uso personale che depura l’acqua inquinata

Esiste già da un po’ di tempo in commercio un dispositivo che riesce a filtrare l’acqua, anche la più torbida, in modo da renderla potabile. LifeStraw, questo il suo nome, è simile ad una grossa cannuccia di 31 centimetri, è stato realizzato nel 2005 da un’azienda Svizzera. Un’invenzione importante se si pensa all’utilizzo che se ne si può fare nei Paesi in via di sviluppo e per le popolazioni colpite da crisi umanitarie o epidemie.LifeStraw L'”aggeggio” a forma tubolare consente di bere tranquillamente l’acqua da sorgenti contaminate ma può anche essere usato in situazioni di emergenza. Ogni singolo dispositivo consente di filtrare il fabbisogno di una persona per un anno (circa 1000 litri). All’interno del cilindretto trova posto infatti un filtro a fibre cave, attraverso le quali possono passare solo particelle che abbiano un diametro inferiore ai 15 micron. Il LifeStraw  stando ai dati della casa produttrice, è in grado di  rimuovere il 99,99% dei batteri, il 99,99% dei virus e il 99,9% dei parassiti  eventualmente presenti nell’acqua. Sono stati creati anche dei dispositivi per uso multi-personale o familiare che hanno un’autonomia di 18.000 litri, pari alle necessità di una famiglia di 5 persone per tre anni.

 

Filed in: Alimentazione Tags: , , , , , , ,

Get Updates

Share This Post

Related Posts

Leave a Reply

Submit Comment
© 2020 youfuture.it. All rights reserved.

Supplemento a Testata Reg. Trib. di Reggio Calabria N° 172010 P.I. 02769420809 - C.F. 92072430801